Un Classico Milanese Rivisitato: Risotto alla Milanese con Ossibuchi secondo Zia Elda

da | Feb 15, 2024 | News, Ricette Funny | 0 commenti

Cara Bianca,

Oggi ti invito a scoprire una delle perle della cucina milanese, un piatto che racchiude in sé tutta la ricchezza e la profondità della tradizione culinaria lombarda: il Risotto con Ossobuco alla Milanese. Questa ricetta è un vero e proprio inno alla convivialità e al piacere del buon cibo.

Gli Ingredienti: La Base della Nostra Sinfonia per il Risotto alla Milanese con Ossibuchi

Per portare in tavola questa meraviglia avremo bisogno di:

  • 4 ossibuchi di vitello: il cuore robusto e succulento del nostro piatto.
  • 320 gr di riso: preferibilmente di una varietà che assorba bene i sapori come l’Arborio o il Carnaroli.
  • 60 gr di burro: per mantecare il risotto e aggiungere cremosità.
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva: per soffriggere e insaporire.
  • 1 bicchiere di vino bianco secco: per sfumare e aggiungere profondità di sapore.
  • 1,5 litri circa di brodo di carne: per cuocere il riso e gli ossibuchi, rendendoli morbidi e gustosi.
  • 2 cipolle piccole, 1 carota, 1/2 costa di sedano: il soffritto aromatico che sarà la base del nostro risotto.
  • 4 pomodori ramati: per una nota fresca e leggermente acidula.
  • 50 gr circa di farina 00: per infarinare gli ossibuchi e favorire la formazione di una crosticina dorata durante la cottura.
  • 1 bustina di zafferano: l’oro della cucina milanese, che donerà al nostro risotto il suo caratteristico colore dorato e un aroma inconfondibile.
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato e 1/2 limone: per guarnire e aggiungere un tocco di freschezza al piatto.

Il Procedimento: Un Viaggio tra Tradizione e Sapore

Preparazione generale per il Risotto alla Milanese con Ossibuchi

  1. La Preparazione degli Ossibuchi: Dopo averli infarinati, li doriamo in olio caldo. Aggiungiamo poi il trito di verdure e qualche filetto di scorza di limone, per poi sfumare con il vino e cuocere lentamente con i pomodori in brodo fino a che non diventano teneri e succulenti.
  2. La Creazione del Risotto: In una casseruola a parte, soffriggiamo la cipolla nel burro, tostiamo il riso e lo sfumiamo con il vino. Aggiungiamo il brodo poco alla volta, lasciando che il riso lo assorba completamente, e infine incorporiamo lo zafferano sciolto in un po’ di brodo per donare quel tocco magico di colore e sapore.
  3. L’Unione dei Sapori: Mantechiamo il risotto con il burro rimasto, regoliamo di sale e pepe, e lo serviamo insieme agli ossibuchi, cospargendo il tutto con prezzemolo fresco tritato e, se desiderato, una grattugiata di scorza di limone per una freschezza inaspettata.

Conclusione: Un Inno alla Condivisione

Cara Bianca, il Risotto con Ossobuco alla Milanese non è solo un piatto, è un’esperienza che unisce, che racconta storie di famiglia, di amicizia, e di momenti condivisi attorno a una tavola imbandita. È un invito a rallentare, a godere dei sapori autentici e a celebrare le piccole grandi gioie della vita.

Con tutto il mio amore e un pizzico di zafferano,

Zia Elda

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *