Timballo di Porri e Patate: Una Ricetta Avvolgente da Zia Elda

da | Feb 15, 2024 | News, Ricette Funny | 0 commenti

Cara Bianca,

Oggi voglio condividere con te una ricetta che racchiude il calore di una coccola e il gusto di una carezza: il Timballo di Porri e Patate. È un piatto che parla di semplicità e affetto, perfetto per riscaldare le serate in famiglia.

Un Abbraccio di Ingredienti per il Timballo di Porri e Patate

Per preparare questo piatto che sa di casa, avremo bisogno di:

  • 4 tomini, morbidi e accoglienti
  • 4 patate rosse, solide e affidabili
  • 1 porro, sottile e delicato
  • Un tocco di olio extravergine d’oliva e miele, per unire e addolcire
  • Gherigli di noce, per una croccante sorpresa
  • Un pizzico di sale, per esaltare ogni sapore

La Preparazione: Un Viaggio di Sapori

  1. La Base: Iniziamo con le patate, cuocendole fino a che non diventano tenere ma ancora piena di promesse. Dopo averle lasciate intiepidire, le peliamo e le trasformiamo in una morbida nuvola con l’aiuto di una forchetta.
  2. Il Cuore Verde: Il porro, con la sua delicatezza, viene stufato dolcemente in padella, pronto a unirsi alle patate in un abbraccio di sapori.
  3. L’Assemblaggio: Unendo il porro alle patate, creiamo una base morbida e avvolgente per il nostro timballo, che prenderà forma nei piatti con l’aiuto di un coppapasta.

Il Tocco Finale: Tomini e Miele

  1. La Sorpresa Morbida: I tomini, grigliati fino a diventare teneri, vengono adagiati sui nostri timballi, portando con sé una dolcezza inaspettata.
  2. La Dolcezza: Un filo di miele viene versato sui tomini, legando insieme tutti gli elementi del piatto in una danza di dolce e salato.
  3. Il Croccante: I gherigli di noce, sminuzzati, aggiungono un tocco finale croccante che sorprende ad ogni boccone.

Conclusione: Un Piatto che Racconta Storie

Cara Bianca, questo Timballo di Porri e Patate non è solo un piatto, ma una storia fatta di ingredienti semplici e sapori autentici. È la dimostrazione che, con un pizzico di creatività e tanto amore, anche le ricette più semplici possono diventare piccole opere d’arte culinarie.

Con tutto il mio affetto e una spolverata di noce.
Poi dopo questo timballo mangerei una insalalatina, ma non una qualsiasi ma questa



0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *