Coltivazione della calla e i suoi segreti: eleganza e semplicità anche in ombra

da | Gen 17, 2024 | Il tuo giardino Piante e Fiori, News | 0 commenti

Cara Bianca, lascia che zia Elda ti racconti di una pianta meravigliosa che può portare bellezza ed eleganza anche nei più riparati angoli del tuo giardino o balcone: la calla. Questo fiore, conosciuto anche come Zantedeschia aethiopica, è un vero e proprio gioiello delle zone ombreggiate, e sto per svelarti come prendertene cura per farlo sbocciare in tutto il suo splendore.

La Calla e il Suo Habitat Ideale

La calla appartiene alla famiglia delle Araceae ed è una pianta perenne e sempreverde, che si distingue per la sua spata: un fiore di un bianco puro e avvolgente che cresce maestoso sulla sommità di lunghi steli. Al centro della spata troverai lo spadice, di un giallo vivo che risalta magnificamente. Le sue foglie, di un verde scuro intenso, formano lo sfondo perfetto per i suoi fiori di una bellezza quasi surreale.

Varietà e Colore

Con il passare del tempo, sono state selezionate numerose varietà ibride di calla, alcune anche di statura nana, che non superano i 30 cm di altezza. Questi ibridi possono presentare fiori di diversi colori, dall’arancione al rosso, dal viola al giallo, offrendoti una gamma di opzioni per personalizzare il tuo spazio verde.

Consigli per la Coltivazione della calla

La coltivazione della calla, una pianta dalla bellezza sontuosa e dall’eleganza senza tempo, può essere una gioia per ogni appassionato di giardinaggio, anche per te, cara Bianca. Questo fiore, che si erge fiero e maestoso, può crescere rigoglioso anche all’interno delle mura di casa, in vaso, se trattato con le dovute attenzioni.

Innanzitutto, la scelta del terriccio gioca un ruolo fondamentale per assicurare una crescita sana e robusta della calla. Un terriccio fertile è la base da cui partire, e puoi arricchirlo con un po’ di sabbia. Questo non solo favorirà un drenaggio efficace ma renderà il terreno leggermente più leggero e aerato, condizioni che le radici della calla apprezzeranno particolarmente.

Consigli di drenaggio

Non sottovalutare l’importanza di un buon drenaggio, Bianca. Il ristagno d’acqua è nemico di molte piante, e la calla non fa eccezione. L’acqua in eccesso può portare a marciumi radicali o altre malattie fungine che potrebbero compromettere non solo la salute ma anche la bellezza della tua calla. Per questo, è consigliabile stendere sul fondo del vaso uno strato di argilla espansa. Questo materiale, leggero e poroso, trattiene l’umidità in eccesso, permettendo all’acqua di fluire via senza intoppi.

Quando andrai a posizionare il terriccio nel vaso, assicurati di lasciare uno spazio sufficiente in alto. Questo permetterà di innaffiare la pianta senza che l’acqua trabocchi, mantenendo così il terreno umido ma non inzuppato. Ricordati, Bianca, che la calla ama l’umidità, ma non deve mai “nuotare” nell’acqua.

Ricorda anche che la calla è una pianta che ama la luce, ma non il sole diretto. Trova quindi il giusto equilibrio nella tua casa dove la luce è presente ma filtrata, magari vicino a una finestra che guarda a nord o sotto una tenda che smorza i raggi solari diretti.

Seguendo questi semplici consigli, cara Bianca, potrai goderti la vista e il profumo di una calla fiorita, che porterà nel tuo spazio un angolo di naturale eleganza. Con un po’ di cura e amore, vedrai la tua pianta prosperare e trasformarsi in un vero e proprio ornamento vivente.

Cura e Manutenzione per la coltivazione della calla

Durante il periodo vegetativo, quando la calla cresce e fiorisce, è fondamentale che tu tenga il terreno costantemente umido, senza però esagerare. Un’adeguata idratazione è cruciale per permettere alla calla di esprimere al meglio la sua naturale bellezza.

Conclusione

La calla è una scelta perfetta se desideri aggiungere un tocco di raffinatezza a quelle parti del giardino che non godono di molta luce solare. Con un po’ di cura e attenzione, potrai goderti la vista di questi eleganti fiori che non smetteranno di stupirti con la loro semplice ma affascinante bellezza.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *